"Spiritualità" non significa verità


Dovete comprendere, dobbiamo comprendere, che "spiritualità" non significa verità.

Questo si dice poco.


La spiritualità non viene a salvarvi il c., a dare risposte preconfezionate.

Dovrete cercare.

Innamorarvi del silenzio e delle domande senza risposte.

Di un insegnamento che vi tintinna come nemmeno le campane delle canzoncine di Natale.


E poi mollare, mollarlo.

Aver compreso tutto, e poi mollare tutto. Perché a un certo punto quella strada va diritta e voi siete di nuovo perse.

Spiritualità non vuol dire verità.

La vera spiritualità è la verità del Tutto: infinita, sfaccettata, imprendibile.

Fa parte delle delusioni del Risveglio credere di aver capito con cosa risuonate e poi trovarvi di nuovo disorientate.

Questa delusione è cocente per l'ego, perché per quanto la ricerca fosse onesta e pura, l'ego ha sempre bisogno di riferimenti: riuscirà a usare come riferimento anche il vuoto di non averne. "Ah, sì, giusto: io sono il vuoto".


Quelli con più dottrina, sapere, formazione, vi sembrano i migliori, allora non vi accorgete che in qualche modo avete già deciso che hanno ragione, che la loro verità sarà al vostra.

Applicate alla ricerca spirituale lo stesso sistema della ricerca scientifica o del vivere comune: guardate le qualifiche. Le stelline, i diplomi, ciò che ha lunga storia.

Ma la Madonna apparve ai pastorelli. Alla gente umile.

Ci sono saggezze racchiuse nei bambini o in gente senza qualifica alcuna, che i maestri non sanno replicare.

Dovete districare la saggezza dalla dottrina, e trovare una fede che non si basi sugli stessi sistemi di qualità della produttività sociale.

Chi ha paura di buttarsi oltre è ciò che non siete, è ciò che cerca, in questa ricerca nota e dottrinale, di non smettersi.

La verità è già dentro di voi: ma difficilmente emergerà come e quando dite voi, eppure ha più saggezza di ogni cosa troviate là fuori.

Anche quello che dico io: prendete ciò che vi anima, buttate ciò che non attacca.


Buttate, buttate via certezze.

Tenetevi nudi, intorno al cuore. Lasciate che compia le sue capriole di meraviglia. Non di sapere. E vi dirà tutto quanto serve. A suo tempo.


Be naked,

Maddalena